Logo del Parco
Natura e storia
fra collina e Po nel torinese
Condividi
Home » Ente » Pianificazione » Piano d'Area del Parco del Po

La procedura di istruttoria dei pareri e i lavori della commissione

L'Ente Parco, sulla base della normativa vigente, è tenuto a esprimere dei pareri obbligatori per le opere e gli interventi che necessitano di autorizzazione o concessione (oggi la concessione si chiama permesso di costruire o DIA). Le Norme di attuazione del Piano d'Area prevedono, in particolare, che sia subordinata al parere dell'Ente di gestione ogni trasformazione urbanistica compresa all'interno del perimetro dell'area protetta, definito dal piano stesso.

Il parere ha lo scopo di verificare la coerenza dei progetti relativi a interventi che modificano lo stato dei luoghi, rispetto al sistema normativo del Piano d'Area.

Tale parere dell'Ente Parco è prioritariamente destinato all'amministrazione competente al rilascio del provvedimento autorizzativo finale (ad esempio Comuni, Provincie ecc…). Pertanto le richieste di parere sulle proposte progettuali devono essere inoltrate dalle suddette amministrazioni.

Inoltre, in aggiunta all'attività istituzionale, l'Ente di gestione svolge già da diversi anni una funzione di supporto tecnico, rivolta soprattutto ai privati ed ai professionisti incaricati, per fornire dei pareri preventivi sulla coerenza delle ipotesi progettuali rispetto ai vincoli di trasformazione del territorio previsti dal Piano d'Area.

Al fine di esaminare i singoli progetti ed esprimere i relativi pareri, l'Ente si è dotato di un regolamento interno, approvato dal Consiglio Direttivo, che prevede un'apposita commissione esaminatrice (denominata "commissione urbanistica del territorio, cave e recuperi ambientali"), composta dal Direttore e dai membri dell'ufficio tecnico. Questa commissione si riunisce all'incirca ogni tre settimane e, previo esame istruttorio svolto in precedenza, esamina le diverse istanze presentate.

Il regolamento prevede altresì il supporto alla commissione da parte di un nucleo di soggetti "esperti" in varie discipline, per l'esame di proposte progettuali di particolare complessità e per interventi che interessano diverse problematiche territoriali (come ad esempio viabilità sovracomunale, recupero di aree estrattive, grandi insediamenti produttivi o di servizio, opere infrastrutturali a scala vasta ecc…), ove occorrono competenze interdisciplinari che non sono presenti nell'ambito delle risorse umane interne dell'Ente Parco.

Gli esiti del lavoro e delle valutazioni della commissione, vengono riportati su verbali, depositati presso l'ufficio tecnico, in merito ai quali, di seguito, si riporta un quadro riepilogativo delle pratiche esaminate a partire dal 2005.

Tali verbali racchiudono le conclusioni dell'esame istruttorio, alle quali fanno seguito i conseguenti atti amministrativi, sulla base della diversa tipologia di richieste pervenute. Nei casi in cui ricorre la necessità di rilasciare un parere formale, in particolare nei confronti di un'altra pubblica amministrazione procedente, il Direttore dell'Ente, ai sensi della vigente normativa in materia di responsabilità e compiti assegnati ai ruoli dirigenziali, predispone una specifica determinazione dirigenziale con la quale il parere conclusivo viene formalmente emesso.

Il regolamento sopra richiamato prevede altresì che il Direttore chieda agli organi dell'Ente (Consiglio Direttivo e Giunta Esecutiva) l'adozione di linee di indirizzo e di orientamento, in caso di esame di proposte progettuali relative ad interventi che non trovano un riferimento interpretativo oggettivo ed univoco nell'ambito delle norme di attuazione del Piano d'Area.

I verbali della commissione. Anno 2010, Anno 2009, Anno 2008, Anno 2007, Anno 2006, Anno 2005.

piemonteparchi
Logo del Parco
© 2018 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po Torinese
Cascina Le Vallere - Corso Trieste, 98 - 10024 Moncalieri (TO)
Tel. 011/4326520 - Fax 011/4326548
E-mail: info@parcopocollina.to.it - Posta certificata: parcopocollina.to@pec.it
P. iva 06398410016